CREO DUNQUE SONO

occupo questo angolo del web per parlare di ciò che amo e di quel che creo con le mie mani, del frutto della mia (tanta) fantasia e della mia (poca) esperienza... e magari ogni tanto anche di qualcos'altro...
benvenuti, sperando vi piaccia ciò che troverete qui...

venerdì 8 ottobre 2010

Sarah...

Questo vorrebbe essere un blog "leggero"... di solito considerazioni e argomenti seri li lascio per altri contesti... ma non si può sempre pensare per compartimenti stagni, soprattutto quando l'orrore e il disgusto per certi avvenimenti permea tutte le ore, i pensieri e le emozioni della giornata... Così oggi penso a Sarah, povera, giovane Sarah... ormai la verità si sa e c'è ben poco da dire se non rimanere sbigottiti, stomacati, arrabbiati e pensare sull'onda dell'impulso e a caldo: ma quale razza di pena è adeguata per un... un.. non riesco nemmeno a definirlo, onestamente faccio fatica a considerarlo un essere umano, tanto meno una bestia... E qui si riapre l'annosa questione... Giusto il carcere, duro, estremo, senza via di uscita (che praticamente in Italia non esiste) o la pena di morte? Io umanamente e razionalmente sono contraria alla seconda, ma quando sento storie simili non posso non pensare che la cosa più ingiusta di tutte ora come ora è che questo mostro continui a respirare dopo ciò che ha fatto.. Il carcere dovrebbe avere una valenza di pentimento e recupero per chi è recuperabile, e di impossibilità di nuocere e pena totale per chi recuperabile non è... Ma che valore può avere in un caso simile? Di recuperabile a mio avviso non c'è proprio nulla e con la "giustizia" che ci ritroviamo capace che da un ergastolo tra tot anni si ritroverà libero magari anche col premio... E ometto qualsiasi giudizio e considerazione sull'atteggiamento dei familiari, l'omertà di alcuni, e l'uso che si è fatto dei media (anzi l'uso che i media ne hanno fatto), il discorso sarebbe troppo lungo e ampio...
Da mamma penso solo... come si può perdonare chi ha fatto questo a tua figlia? Come ci si può aspettare che una vita in carcere lenisca e compensi anche solo in minima parte un abominio simile? In certi, limitati casi... io dico che porre termine ad un'esistenza che è stata capace di fare tutto questo... non è poi così sbagliato...

Piccola Sarah, riposa in pace... se puoi...

4 commenti:

  1. mi unisco all'abbraccio, ogni altra considerazione sarebbe banale e inutile. sara sei nei nostri pensieri, katy

    RispondiElimina
  2. concordo in tutto ciò che hai scritto... la pena di morte andrebbe reistituita per chi osa toccare i bambini... in ogni modo....

    RispondiElimina
  3. purtroppo in italia non c'è la pena di morte...ma in certi casi ci vorrebbe proprio!!!!

    RispondiElimina
  4. condivido pienamente.
    ciao silvia

    RispondiElimina